6 Dicembre: 2HO meets Zayman – Hiphopportunity VOL. I

2HO è il nuovo progetto che mancava a Cremona.

In cosa consiste ?

• Un punto d’incontro, a cadenza mensile.
• Una band.
• Un ospite diverso al mese.
• Mega jam a seguire.
• Open mic.
• E una festa per chi vuole ballare fino a tarda notte.
• Il tutto a INGRESSO LIBERO.

2HO è l’opportunità per la comunità urbana di esprimere al massimo la cultura hip hop in tutte le sue forme.

2HO siamo tutti noi, che la viviamo così, uniti.

Primo appuntamento: venerdì 6 dicembre 2019
Il protagonista della prima edizione sarà Zayman. Con un ospite speciale da Milano (TBA), e Dj Soulsolgia in warm up.

Ringraziamo Circolo Arcipelago per l’aiuto nell’organizzazione.
Bar coi prezzi più popolari di Cremona !!! Ci vediamo massicci in via Speciano 4 dalle 21 !!! #2HO #Hiphopportunity #Cremona

30 Novembre: Valéry Larbaud • 20 anni e non sentirli • @ Circolo Arcipelago

Circolo Arcipelago

Valéry Larbaud
20 anni e non sentirli

sabato 30 novembre 2019 • ore 22:00

Circolo Arcipelago
Via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2019-2020

I Valéry Larbaud festeggiano i loro 20 anni di attività ininterrotta.
Lo fanno con un live che ripercorre tutti i lavori pubblicati dal 1999 a oggi.
Lo fanno al Circolo Arcipelago, luogo caro alla band e teatro di tanti suoi concerti in questi vent’anni, tra cui quello, memorabile, a Capodanno 2010, con The Zen Circus, MARIPOSA e dj set di Dario Ciffo.
Un live incendiario per celebrare un vero anni(av)versario: il tempo che ha portato il gruppo fin qui.
Vi aspettiamo sotto il palco per urlare: «Forse non è la fine!».

29 Novembre: Mapacanto JazzTet feat. Fabio Delvò ● Live @ Circolo Arcipelago

Circolo Arcipelago
Mapacanto – Scuola Popolare di Musica

Mapacanto JazzTet feat. Fabio Delvò

Fabio Delvo’ ● sax alto
Giorgio Sclavo ● chitarra
Giancarlo Tossani ● pianoforte
Michele Bondesan ● contrabbasso
Simone Gagliardi ● batteria

💥 I docenti della Scuola Popolare di Musica “Mapacanto” incontrano Fabio Delvò.
Perchè il jazz è questo: incontro. “Jazz is a very democratic musical form. It comes out of a communal experience. We take our respective instruments and collectively create a thing of beauty” (Max Roach) e “Sans le jazz, la vie serait une erreur” (Boris Vian).

Circolo Arcipelago
Via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2019-2020

‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵‿︵

☞ FABIO DELVÒ è musicista di “ampie vedute”, appassionato e razionale, legato alla tradizione ma altresì proteso alla sperimentazione.
Nasce a Varese il 31-10-1971. Inizia il suo percorso musicale superando gli esami di ammissione presso il Liceo Musicale di Varese. Si considera autodidatta per forma mentis. Ottiene il diploma in armonia funzionale presso il C.E.M.M di Bussero (MI).
Segue negli anni stages con Steve Lacy, Joe Zawinul, Gary Burton, Johnny Griffin, Bruce Gertz, Claudio Fasoli, Giovanni Tommaso. Ottiene il riconoscimento del Berklee College of Music di Boston all´interno della rassegna UMBRIA JAZZ ´95.E´stato membro del Combo rappresentativo durante i corsi di armonizzazione a 5 voci tenutisi da Giovanni Tommaso presso il C.E.M.M. Esercita attività didattiche di sassofono, teoria musicale e tecnica dell´improvvisazione jazz. Ha collaborato con l’Accademia di Belle Arti di BRERA (MI), Accademia di Belle Arti di Lecce, ha collaborato inoltre con il Prof. Novelli e con l’artista ceca Jana Smelikova.
Il suo nome figura nella TOP JAZZ ’12 e TOP JAZZ ’13 nuovi migliori talenti italiani, la classifica annuale indetta dalla prestigiosa rivista Musica Jazz. Ha pubblicato il progetto DNA con il FABIO DELVO’ group del quale è autore di tutte le composizioni e degli arrangiamenti. Il DNA è stato giudicato uno dei 3 migliori progetti presentati al prestigioso concorso nazionale Waltex Jazz Competition 2010 tra i 42 proposti.
Ha inoltre pubblicato il progetto RASTPLATZ (ancora sue composizioni originali).
Collabora con un quartetto di nazionalità ceca con il quale, durante la tourneé Czech Rep. 2011, ha partecipato al prestigioso JAZZINEC International Music Festival, tenutosi a Trutnov – Cz.
Collabora con il chitarrista bostoniano JEFF PLATZ con il quale ha partecipato anche al BIA’ JAZZ FESTIVAL 2012 e con il quale ha realizzato il CD intitolato DIFFERENTIAL EQUATIONS (Skycap 2013) durante il suo tour USA (New York-Boston ’12) pubblicato a Giugno ’13 dall’etichetta tedesca SKYCAP.
Del 2016 è il disco BELLA MIA (DF records)
“Voce personale e pensiero fulgido come pochi nel panorama italiano” (Vincenzo Roggero All About Jazz)
“Saxophonist Fabio Delvo’s playing is warm, effusive and at times quite lyrical, a bit like an alto-playing version of Tony Malaby or Joe Lovano” (D.Wayne-All About Jazz, USA)
“Il suo linguaggio musicale arriva forte e chiaro e riesce a raccontare il tutto con perfetta coerenza narrativa” ( Alceste Ayroldi per Musica Jazz)
“Fabio Delvò, sassofonista di larghe vedute sempre alla ricerca di nuovi incontri e direzioni da imprimere alla sua musica, nel suo solismo si ritrova una sintesi in progress di tutto quanto si è vissuto e prodotto nel jazz moderno o d’avanguardia, ripreso secondo una prospettiva personale, non necessariamente italiana, semmai europea” (Gianni Montano Jazzconvention)

☞ GIORGIO SCLAVO
ha iniziato gli studi di chitarra a soli 5 anni nella scuola di Nino Donzelli, accumulando svariate esperienze ma con sempre più forte attrazione verso il jazz e la musica improvvisata. In adolescenza, stimolato dall’incontro con il M° Giovanni Puddu, si avvicina alla musica classica. Sotto la guida del M° Matteo Mela e poi dello stesso Puddu, compie una serie di studi che lo portano, alcuni anni più tardi, a diplomarsi brillantemente presso il conservatorio A. Scontrino di Trapani. In parallelo, frequenta le masterclass di eminenti musicisti, sia in campo classico (Manuel Barrueco, Sergio ed Odair Assad, Eduardo Fernandez, Andrea Dieci, Matteo Mela, Giampaolo Bandini, Lorenzo Micheli, Paolo Pegoraro, David Russel per la chitarra, nonché Massimo Lonardi per la musica antica e Pier Narciso Masi per la musica da camera), sia in quello jazzistico (Mike Stern, Scott Henderson, Pat Metheny). Attivo sul versante concertistico, con esibizioni pubbliche in svariate città italiane, e didattico, con la docenza presso scuole di musica operanti su territorio lombardo e non, continua a dividere la sua passione per lo strumento fra musica classica e l’improvvisazione jazz, non disdegnando però frequenti partecipazioni a progetti di vario genere che lo portano a suonare con diversi gruppi, tra i quali Sound4Sale, Yellow, Sclavo Trio, Roxanne, Boppin’ Shoes, Selfmade Troubles, Johnny Kellog & The Cornflakes.
Attualmente è impegnato in un progetto di musica indie rock progressive di pezzi originali scritti con il cantante francese René Russo e portati in giro sotto il nome di Sleepin’ George e con il quartetto jazz Lush Life

☞ GIANCARLO TOSSANI Il suo progetto principale è da più di dieci anni il gruppo Synapser con Achille Succi, Tito Mangialajo, Cristiano Calcagnile. Ha ottenuto diversi riconoscimenti nelle diverse categorie del Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz (tra cui nel gennaio 2007, quello di “Nuovo Talento del Jazz Italiano”), come pure nel JAZZIT Awards Readers Poll (secondo posto nella categoria Tastiere sia nel 2016 che nel 2017).
Ha suonato in diversi festival e club (tra cui il Blue Note di New York). Ha avuto occasione di suonare con numerosi musicisti tra i quali più recentemente: Brad Shepik, Ermanno Baron, Ohad Talmor, Jeff Platz, Émile Parisien, Sylvain Darrifourq, Antonio Borghini, Beppe Scardino, Luca Aquino, Tino Tracanna, Rob Mazurek… Il suo ultimo Cd “Newswok” coi Synapser ospita il trombettista newyorchese Ralph Alessi.
Di recente riedizione è “Opus Soup”, lavoro di confine tra jazz, pop ed elettronica, e l’album in solo “Strange Spy” uscito per Auand Beats nel giugno 2019. È co-fondatore con il chitarrista e musicologo Enrico Merlin del gruppo Molester sMiles, dedicato al periodo elettrico di Miles Davis e di cui è uscito nel dicembre 2016 il Cd “Social Music”. Altre info, recensioni, interviste: www.giancarlotossani.com

☞ MICHELE BONDESAN si forma presso la Fondazione Siena Jazz con Silvia Bolognesi. Frequenta i Seminari Estivi di Siena Jazz con Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri, Anders Jeormin, Omer Avital, Matt Penmann. Nel 2015 partecipa ai Laboratori Permanenti di Ricerca Musicale di Stefano Battaglia. Suona in varie formazioni, quali Brotherhood Duo, Alessandro Giachero Trio, Fabbrica5 (vincitore del concorso Conad Jazz Contest 2013 e con cui pubblica un album edito da “a Simple Lunch Records”), BlueRing Orchestra (con cui pubblica un album edito da Rudi Records) e in vari club e festival: UnTubo, JazzClub Torrione, JazzIt Fest, Festival Novametis, Umbria Jazz, Fara Jazz Festival. Intraprende inoltre lo studio del contrabbasso classico presso l’Istituto “R.Franci” sotto la guida del M. Andrea Granai, conseguendo col massimo dei voti la laurea di primo livello e avendo modo di suonare con: Orchestra di Greve in Chianti, MicEnsemble, Orchestra del Cantiere Internazionale dell’Arte, Orchestra Toscana dei Conservatori, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra Senzaspine. Dal 2017 si perfeziona sotto la guida dei M. Amerigo Bernardi e Alberto Bocini.

☞ SIMONE GAGLIARDI
ha studiato batteria con Marco Volpe, Fabio Jegher, Max Pieri, Giampaolo Ascolese, Stefano Paolini, Stefano Bagnoli. Ha conseguito il diploma in Batteria e Percussioni jazz presso il Conservatorio di Bologna, con voto di 110/110. Ha seguito seminari di Peter Erskine, Steve Gadd, Bobby Previte, Will Calhoun, Gary Chaffee, Giampiero Prina, Bill Stewart, Ettore Fioravanti, Stefano Bagnoli, Paolo Fresu, Ned Rothemberg… Dal 1991 insegna batteria e suona da professionista; ha collaborato con numerosi musicisti in ambito jazz, blues e rock, tra cui Achille Succi, Guido Bombardieri, City Kaos, Tony Lee King, Mercedes Blues Benz, Bros Band, Arteago, The Soul Dogs, Fabio Turchetti, Davide Zilli, Tino Tracanna, Fausto Beccalossi, Nico Menci, Carlo Atti, Florindo Grillo, Johnny Kellog, Dean Zucchero, Vincenzo Titti Castrini, Enzo Rocco… . Ha partecipato a numerosi festival jazz e blues in Italia e all’estero suonando con le cantanti americane Kay Foster Jackson e Shanna Waterstown. Nel 2001 con il gruppo Arteago ha vinto il concorso musicale CantiereSonoro. Nel 2006 con la ChantSong Orchestra ha registrato il disco omonimo, con Cristiano Godano, Cristina Donà, Frankie Hi-NRG MC, Mauro Ermanno Giovanardi, Luca Morino, Roy Paci. Fa parte del gruppo Fables of Faubus, dedicato alle musiche di Charles Mingus, con Giorgio Sclavo, Guido Bombardieri e Mauro Sereno. Nel 2012 è uscito il primo cd del gruppo rock francocremonese Sleepin’ George, fondato insieme a Giorgio Sclavo, Lorenzo Colace e al cantante francese René Russo. Nel 2015 ha realizzato il disco del quartetto jazz Lush Life, con Achille Succi, Giorgio Sclavo e Loris Leo Lari.

23 Novembre: Rejoyce/Rejoice • Mending Maeve • ADM (Solo) at Arcipelago

Circolo Arcipelago | THC Events, Etc.

Sabato 23 novembre 2019
TRIPLA MINACCIA
con:

😿 Rejoyce/Rejoice
Emo/Punk da Roma

💉 Mending Maeve
Post Alt-rock della casa

🐁 Action Dead Mouse (in solo)
Screamo loop orchestra solitaria da Bologna

Live dalle 22:00

Tanti auguri brutto pezzo di Darill
🦍 Solo per questa sera promozione speciale sul nettare degli dei ammazza gorilla: uno shottino in omaggio con ogni HARAMBE!

Circolo Arcipelago
Via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2019-2020
Grafica a cura del nostro folle SERT di quartiere

22 Novembre: a/lpaca • Shapeless Void @ Circolo Arcipelago | Cremona

Circolo Arcipelago

Venerdì 22 novembre

a/lpaca da Mantova
Garage rock psichedelico
[ Happenstance records ]

Shapeless Void da Brescia
Psych pop shoegaze

Live dalle 22:00

Grafica di Tommaso Cremonesi

Circolo Arcipelago
Via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2019-2020

———————–

A/LPACA
a/lpaca è una band italiana, nata a Mantova tra freddo e nebbia, caldo e zanzare alla fine del 2017. È composta da quattro ragazzi del ’97 che suonano una combinazione di musica psichedelica, garage rock, krautrock e post punk; synth, organi, chitarre, melodie, suoni e ritmi ipnotici. A settembre 2018 pubblicano il loro primo EP “In the Electric Fields”, registrato, mixato e prodotto da Marco Degli Esposti.
https://alpacaband-mn.bandcamp.com/

SHAPELESS VOID
Gli Shapeless Void sono una band (neo) psych pop, le cui sonorità spaziano tra l’indie pop psichedelico e la new wave, il tutto venato da echi e riverberi shoegaze e atmosfere dark. Dopo aver pubblicato gli Ep “Oberheim” e “Telema”, nel 2019 registrano in analogico il loro primo album, “Kaleidospace”, al T.U.P. Studio di Brescia. Seppur ispirato dal pop psichedelico anni ’60, l’album ha un suono contemporaneo e ha consentito agli Shapelss Void di esaltare i propri tratti distintivi emersi nei lavori precedenti (chitarre riverbererate e atmosfere sognanti).
http://shapelessvoid.bandcamp.com