4 Marzo: Plaid #5 • Tegu + Long QT Syndrome at Circolo Arcipelago

Circolo Arcipelago | THC Events & Booking

PLAID
Accoglienti concerti acustici per domeniche gelide
III stagione | #5

4 marzo 2018
T€GU
+
Long QT Syndrome

Live dalle 19:00
con aperitivo a buffet

Luogocomune
Centro Sociale Culturale Arci
Via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2017-2018

————————–————————–——
progetto grafico di Edoardo Compiani

TEGU
“Per Chiudere un Cerchio” è il primo disco come cantautore di Matteo Sideri, spesso confuso con Tegu. Il disco è stato registrato presso La Casa della Grancetta; contiene 10 brani interamente in inglese, contaminati da sonorità punk, folk e lievi tratti soul e jazz. La batteria è parte fondante implicita di questi pezzi, dinamici e ritmici permettono alla chitarra di fondersi con la voce e diventare insieme un unico strumento. Le canzoni raccontano con intimismo e audacia gli ultimi tre anni spesi tra tour in Italia e all’ estero, traslochi, arrivederci, droga, amicizie, ragazze, solitudine e inverni tanto adorabili.
Tegu riesce così a prendersi una pausa da dietro i tamburi con Ronin,ABOVEtheTREE, Maria Antonietta , Matteo Fiorino e Mattia Coletti.

3 Marzo: Pangea Ensemble + Panthalassa 4t • Live at Circolo Arcipelago

Circolo Arcipelago
Arcipelago Jazz

sabato 3 marzo 2018 • ore 21:30

• PANGEA
Concerto di “Pangea: Improvised Chamber Music” a cura di Michele Bondesan

• PANTHALASSA 4t
Massimiliano Milesi: sassofono tenore & soprano
Giancarlo Tossani: pianoforte
Michele Bondesan: contrabbasso
Filippo Sala: batteria

Luogocomune
Centro Sociale Culturale Arci
via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2017/2018

PANGEA è la grande massa continentale che alla fine del Paleozoico, circa 250 milioni di anni fa, si estendeva sulla superficie terrestre, prima della separazione degli attuali continenti, circondata da un unico grande oceano denominato PANTHALASSA.
————————–—————–

● PANGEA Improvised Chamber Music
L’improvvisazione è presente in ogni tipo di pratica artistica e musicale, esecutiva e compositiva, da sempre e a prescindere dalla loro separazione in generi e forme. Ma di che cosa si tratta? Per rispondere a questo quesito nasce Pangea, laboratorio pratico e teorico rivolto a tutti i musicisti, di ogni estrazione, provenienza e livello, disposti a mettere il proprio bagaglio di esperienze e di preparazione a servizio di questa pratica collettiva, priva di barriere tecniche, estetiche e stilistiche: l’improvvisazione a-idiomatica, libera e radicale.
https://www.facebook.com/events/208521736389977/

● PANTHALASSA Quartet
Massimiliano Milesi/Giancarlo Tossani/Michele Bondesan/Filippo Sala
☞MASSIMILIANO MILESI
Sassofonista e compositore. E’ uno dei fondatori del Collettivo “Res” (Ricerca Euristica del Suono), un gruppo di musicisti provenienti dalle province di Bergamo, Brescia, Milano, dedito alla ricerca e allo sviluppo delle forme improvvisative della musica jazz e della musica contemporanea. Fa parte della Contemporary Orchestra del compositore e trombettista Giovanni Falzone e della Wayne Horvitz European Orchestra; un ensemble che vede riuniti alcuni dei più importanti improvvisatori d’Europa. Con Tino Tracanna ha fondato i Double Cut, un originale quartetto pianoless. È membro dell’etichetta indipendente UR Records e del relativo ensemble UR-Kestra e del sestetto dedicato a Miles Davis “Molester Smiles”. Dal 2016 è membro stabile dei Take Off, un ensemble posto al confine tra la musica contemporanea e l’improvvisazione radicale capitanato dal compositore Mauro Montalbetti. Ha partecipato a diversi festival tra cui Bergamo Jazz, Clusone Jazz, Fano Jazz, Berchidda, Südtirol Jazz Festival, Novara Jazz, AngelicA, Jazz per Due, Trentino in Jazz Roccella Jonica Jazz Festival, Artusi Jazz, Ambria Jazz, Cernusco Jazz ecc… Ha suonato e registrato con importanti musicisti internazionali come Markus Stockhausen, Ralph Alessi, Dave Liebman e Garrison Fewell

☞ GIANCARLO TOSSANI
Pianista e compositore. Il suo progetto principale è da più di dieci anni il gruppo Synapser con Achille Succi, Tito Mangialajo, Cristiano Calcagnile. Ha ottenuto diversi riconoscimenti nelle diverse categorie del Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz (tra cui nel gennaio 2007, quello di “Miglior Nuovo Talento del Jazz Italiano”), come pure nel JAZZIT Awards Readers Poll.
Ha suonato in diversi festival e club (tra cui il Blue Note di New York). Ha avuto occasione di suonare con numerosi musicisti tra i quali, più recentemente: Brad Shepik, Ermanno Baron, Ohad Talmor, Gabriele Mitelli, Jeff Platz, Émile Parisien, Sylvain Darrifourq, Antonio Borghini, Beppe Scardino, Luca Aquino, Tino Tracanna, Rob Mazurek… Il suo ultimo Cd “Newswok” ospita il trombettista newyorchese Ralph Alessi.
È co-fondatore con il chitarrista e musicologo Enrico Merlin del gruppo Molester sMiles, dedicato al periodo elettrico di Miles Davis e di cui è uscito nel dicembre 2016 il Cd “Social Music”. Recensioni, interviste, audio e molto altro qui: www.giancarlotossani.com

☞ MICHELE BONDESAN
Contrabbassista, si forma presso la Fondazione Siena Jazz con Silvia Bolognesi. Frequenta i Seminari Estivi di Siena Jazz con Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri, Anders Jeormin, Omer Avital, Matt Penmann. Nel 2015 partecipa ai Laboratori Permanenti di Ricerca Musicale di Stefano Battaglia. Suona in varie formazioni, quali Brotherhood Duo, Alessandro Giachero Trio, Fabbrica5 (vincitore del concorso Conad Jazz Contest 2013 e con cui pubblica un album edito da “a Simple Lunch Records”), BlueRing Orchestra (con cui pubblica un album edito da Rudi Records) e in vari club e festival: UnTubo, JazzClub Torrione, JazzIt Fest, Festival Novametis, Umbria Jazz, Fara Jazz Festival. Intraprende inoltre lo studio del contrabbasso classico presso l’Istituto “R.Franci” sotto la guida del M. Andrea Granai, conseguendo col massimo dei voti la laurea di primo livello e avendo modo di suonare con: Orchestra di Greve in Chianti, MicEnsemble, Orchestra del Cantiere Internazionale dell’Arte, Orchestra Toscana dei Conservatori, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra Senzaspine. Dal 2017 si perfeziona sotto la guida dei M. Amerigo Bernardi e Alberto Bocini.

☞ FILIPPO SALA
Batterista e compositore. Ha collaborato per dieci anni con la compagnia percussioni in movimento Dadadang, con la quale si è esibito in moltissime città europee.
Collabora stabilmente con importanti musicisti tra cui Tino Tracanna nel progetto Double Cut, nel gruppo Molester sMiles (Merlin, Tossani, Succi, Milesi, Papetti), nel quintetto Clock’s Pointer Dance, nel trio del pianista Antonio Vivenzio e nell’Extemporary Vision Ensemble di Francesco Chiapperini.
E’ direttore artistico, fondatore e autore delle musiche del gruppo Pulsar Ensemble. Ha suonato e suona regolarmente con affermati musicisti italiani e stranieri (Achille Succi, Tino Tracanna, Massimiliano Milesi, Giancarlo Tossani, Luca Aquino, Filippo Monico, Rob Mazurek, Aruan Ortiz) e ha partecipato a numerosi festival musicali nazionali e internazionali.

25 Febbraio: Pangea • Improvised Chamber Music Workshop con Michele Bondesan

Circolo Arcipelago
Mapacanto – Scuola Popolare di Musica

🌍 PANGEA
Improvised Chamber Music Workshop

domenica 25 febbraio 2018
dalle 11:00 alle 18:00

Luogocomune
Centro Sociale Culturale Arci
Via Speciano, 4 • Cremona
workshop riservato ai soci Arci 2017-2018

per informazioni: Michele Bondesan
349 7193936 • bondesanmichele@gmail.com

L’improvvisazione è presente in ogni tipo di pratica artistica e musicale, esecutiva e compositiva, da sempre e a prescindere da ogni genere e forma. Ma di che cosa si tratta? Per rispondere a questo quesito nasce Pangea, laboratorio pratico e teorico rivolto a tutti i musicisti, di ogni estrazione, provenienza e livello, disposti a mettere il proprio bagaglio di esperienze e di preparazione a servizio di questa pratica collettiva, priva di barriere tecniche, estetiche e stilistiche: l’improvvisazione a-idiomatica, libera e radicale.

Docente di contrabbasso presso Mapacanto – Scuola Popolare di Musica, Michele Bondesan nasce il 10 novembre 1994.
Intraprende lo studio della batteria all’eta di nove anni presso la Fondazione Siena Jazz sotto la guida di Alessio Riccio, proseguendone e approfondendone la pratica accademica e professionale per circa nove anni, frequentando i Corsi di Formazione Musicale della medesima fondazione, collaborando con svariati progetti e prendendo parte a laboratori e masterclass quali l’ensemble di musica brasiliana Labyrinto, incontri mensili di ricerca sull’improvvisazione e live electronics con Tobia Bondesan e Cristiano Bocci sotto la docenza di Alessio Riccio, e i seminari estivi Tuscia in Jazz con Antonio Sanchez e Francisco Mela.
All’eta di 14 anni si avvicina, prendendo parte al progetto di propedeutica musicale per l’infanzia Peter Pan Orchestra, organizzato presso la Fondazione Siena Jazz, allo studio del contrabbasso, sotto la guida del Mº Silvia Bolognesi, sia privatamente che nell’ambito dei corsi della stessa Accademia, presso i quali avrà modo di prendere parte alle classi di musica di insieme dei docenti Mirco Mariottini, Ettore Bonafe, Francesco Petreni, Alessandro Giachero, Klauss Lesmann, Giovanni Falzone, Marco Tamburini. Partecipa nel 2011 e nel 2014 ai Seminari Estivi di Siena Jazz, avendo così l’opportunià di perfezionarsi con musicisti quali Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri, Anders Jeormin, Omer Avital, Matt Penmann, Achille Succi, Joel Frahm, Avishai Cohen, Michael Blake, Simone Graziano, Stefano Battaglia.
Negli stessi anni ha modo di entrare in contatto attraverso lezioni e masterclass con la musica totalmente improvvisata e con la conduction, grazie a figure quali Silvia Bolognesi, Piero Bittolo Bon, Massimiliano Sorrentini, Stefano Battaglia.
Michele figura nel 2013 tra i musicisti che hanno fornito il materiale sonoro per la realizzazione del disco Instruments, di Cristiano Bocci, matematico, musicista, improvvisatore e compositore di musica elettronica. Per quanto concerne l’attività professionale, prende parte a numerosi progetti attivi sul territorio toscano e nazionale, quali l’Uroboro Open Collective, Fabbrica5 (con cui registra e pubblica l’omonimo album, edito da A Simple Lunch), Francesco Orio Trio, Leonardo
Radicchi Fragments, Brotherhood Duo, Alessandro Giachero Trio, esibendosi in vari club e festival nazionali: UnTubo (Siena), JazzClub Torrione (Ferrara), Caffe Casolani Jazz Night, Caffè Morlacchi (Perugia), Biosteria (Brescia), Cortona JazzNight, Calici di Stelle (Siena), Coach and Horses (Malta), JazzIt Fest (Collescipoli), Festival Novametis (Modena), Umbria Jazz (con il progetto Fabbrica 5, in qualità di vincitori terzi classificati del concorso nazionale Conad Jazz Contest), Fara Jazz Festival.
Insieme al fratello Tobia fonda nel 2014 Bluering – Improvisers, collettivo autore di una serie di incontri mensili di improvvisazione radicale, seminari e concerti che ottiene nel giro di tre anni di assidua attività una notevole affluenza di musicisti e di pubblico, e la BlueRing Orchestra, vasto ensemble orchestrale incentrato sulla pratica dell’improvvisazione libera e della conduction, con cui si esibisce regolarmente negli ultimi anni, fino alla registrazione del primo album nell’estate del 2016, di prossima pubblicazione.
Nel 2015 prende parte ai Laboratori Permanenti di Ricerca Musicale di Stefano Battaglia. A partire dal 2010 affianca all’attività jazzistica lo studio del contrabbasso classico presso l’Istituto di Alta Formazione R. Franci di Siena, sotto la guida del Mº Andrea Granai, frequentando il corso per il conseguimento della laurea di primo livello in contrabbasso. Nell’ambito della musica classica ha l’opportunità di suonare in vari contesti, quali l’Orchestra da camera di Greve in Chianti, con la quale partecipa a un breve tour in Austria esibendosi in diverse sale da concerto nella città di Salisburgo e presso il festival di Lamole, l’Orchestra Sinfonica R. Franci, diretta dal Mº Carlomoreno Volpini, l’Orchestra Poliziana del Cantiere Internazionale dell’Arte di Montepulciano, presso il quale ha modo di collaborare con il Mº Luciano Garosi e il Mº Roland Boer nella realizzazione della prima dell’opera contemporanea Brimborium, di Mauro Montalbetti, e dell’Orfeo di Gluck, la nascente realtà del MiC Ensemble, orchestra da camera composta da giovani professionisti selezionati nei maggiori istituti di formazione musicale toscani (oltre all’Istituto R.
Franci, il conservatorio Mascagni di Livorno, la Scuola di Musica di Fiesole, il Conservatorio L. Cherubini di Firenze), il progetto delle Orchestre Riunite del Conservatori Toscani, in qualità di unico contrabbasso rappresentante l’istituto senese, l’Orchestra Regionale Toscana, diretta dal Mº Daniele Rustioni, grazie alla collaborazione tra la stessa orchestra e i conservatori toscani, l’Orchestra Senzaspine di Bologna diretta dal Mº Luciano Acocella.
Inizia nel 2017 l’attività didattica, connessa a quella di ricerca e sperimentazione maturata nell’ambito dell’esperienza di BlueRing – Improvisers, nata a partire dalla residenza artistica ImproSummer Artist Residency e che prosegue nella formula di lezioni, corsi e masterclass che coinvolgono musicisti provenienti da tutta Italia.
Nel 2017 Michele inizia il Biennio di perfezionamento di contrabbasso presso l’ISSM Peri-Merulo di Reggio Emilia, sotto la guida del Mº Amerigo Bernardi e del Mº Alberto Bocini.

24 Febbraio: Death Metal Night – Node • Egocide

Circolo Arcipelago

☠️ DEATH METAL NIGHT ☠️

• Node (death/thrash metal from Como)
• Egocide (thrashcore from Brescia)

Luogocomune
Centro Sociale Culturale Arci
via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2017-2018

23 Febbraio: Filippo Gambetta e Carmelo Russo – Live at Circolo Arcipelago

Circolo Arcipelago
La combriccola del folk

venerdì 23 febbraio 2018 • ore 21:00

Un nuovo duo nato dalla collaborazione tra l’organettista genovese Filippo Gambetta ed il chitarrista Carmelo Russo chitarrista. Il duo propone in concerto il repertorio dell’ultimo disco di Filippo Gambetta, Otto Baffi, uscito a dicembre 2015, oltre a un repertorio di brani originali e tradizionali riarrangiati. Le sonorità della rumba e del flamenco incontrano le musiche di tradizione europea per organetto diatonico, oltre a composizioni originali nate per questo strumento, in un connubio timbrico e stilistico inusuale.

Luogocomune
Centro Sociale Culturale Arci
via Speciano, 4 • Cremona
ingresso con tessera Arci 2017/2018

18 Febbraio: Il tè delle cinque – Patrick McGrath • Aldo Nove

Arci Cremona
Circolo Arcipelago
Libreria del Convegno
PETER’S TeaHouse Cremona

IL TÈ DELLE CINQUE
Una domenica al mese tra pagine e tazze fumanti

Patrick McGrath • Follia
Aldo Nove • La vita oscena

domenica 18 febbraio 2018 • ore 17:00
Libreria del Convegno
Corso Campi, 72 • Cremona
__________________________________________

Domenica 18 febbraio, alle 17:00, vi invitiamo alla Libreria del Convegno per chiacchierare dei romanzi di Patrick McGrath e Aldo Nove in compagnia di ottimo tè e decidere insieme quali letture accompagneranno gli incontri successivi. Siete tutte e tutti benvenuti e non dimenticate di portare la vostra tazza preferita!
Per informazioni potete telefonare a Claudia (348 7226863) o alla Libreria del Convegno (0372 32234).
Vi aspettiamo!